Italia al Consiglio di Sicurezza ONU: il racconto sui social

Twitter, Facebook e Instagram sono stati usati da Governi e delegazioni anche durante l’elezione dei 5 membri non permanenti del Security Council

di Matteo Meloni

Twitter: @melonimatteo

Un’avvincente votazione durata a lungo ha costretto i delegati dei Paesi membri delle Nazioni Unite agli straordinari per scegliere i 5 Stati non permanenti del Consiglio di Sicurezza per il biennio 2017/2018. L’Italia e l’Olanda hanno sudato la vittoria: arrivati al pareggio 95-95 alla quinta votazione, le delegazioni hanno deciso, in una mossa unitaria per l’Unione Europea all’indomani della Brexit, di spartire il seggio con Roma che siederà nel primo anno e l’Aia nel secondo.

9ce3677c-94b0-4dd1-8f40-a395f11885c1_large

 

 

Il Viceministro agli Affari Esteri ha commentato così la scelta sul suo profilo Facebook:

Digital Diplomacy all’opera

E’ la Gran Bretagna ad aprire le danze: prima del voto ha offerto al pubblico di Twitter una bella panoramica dell’Assemblea Generale che si preparava a scegliere i 5 Paesi.

La Norvegia, che ha pubblicamente annunciato il suo voto per la Svezia, condivide sul profilo Instagram una breve clip che spiega la ripartizione dei seggi.

The General Assembly hall is buzzing! #unscelections

A post shared by Norway at the United Nations (@norwayun) on

L’Ambasciatore Italiano presso le Nazioni Unite Sebastiano Cardi intento nel voto al primo turno…

La Francia, altro membro permanente del Consiglio di Sicurezza insieme alla Gran Bretagna, ha pubblicato alcune foto del primo voto che ha portato alla vittoria di Etiopia, Bolivia e Svezia.

La soddisfazione della Svezia in un Tweet…

Quella della Bolivia, con la delegazione del Paese sudamericano immortalata dentro la General Assembly…

E del Kazakistan, eletto al secondo turno.

La Nuova Zelanda ricorda l’elezione all’UNSC avvenuta lo scorso anno…

Il dietro le quinte offerto dalla Norvegia.

Italia vs Olanda

Si prosegue per decidere quale sarà la seconda Nazione rappresentativa del gruppo WEOG.

La delegazione italiana studia le carte e le mosse successive…

Al quinto round di votazioni, i due Paesi fondatori dell’Unione Europea hanno 95 voti a testa, con una maggioranza dei 2/3 richiesta pari a 127. Il voto della Germania, candidata per il biennio 2019/2020.

Dopo lo stallo, Italia e Olanda decidono di dividere il seggio. La reazione del Presidente dell’Assemblea Generale…

La soddisfazione di Paolo Gentiloni, Ministro degli Esteri Italiano e Bert Koenders, Ministro degli Esteri dei Paesi Bassi.

Le dichiarazioni di Paolo Gentiloni:

L’Ambasciatore dell’Unione Europea presso le Nazioni Unite esprime il suo apprezzamento per la scelta italo-olandese.

Gentiloni e Koenders nello stakeout del Palazzo di Vetro.

Nella giornata di ieri un pezzo di storia è passato attraverso i social media.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...